40° CIA – “Rappresentanza evoluta” per le imprese agricole

Se l’Agricoltura è stata finora la Cenerentola d’Europa adesso è arrivato il momento di scrollarsi di dosso questa immagine: ci sono ancora mille problemi da risolvere, nodi sui quali si giocherà il futuro della politica agricola europea ed il confronto tra Nord e Sud dell’Unione. Ma se l’agricoltura viene vista soprattutto in chiave ambientale e alimentare, se diventa protagonista su questi temi, allora avrà un ruolo decisivo sul destino dell’intera politica europea.

Il ministro Maurizio Martina è stato categorico, nel suo intervento alla cerimonia con cui si sono aperte le manifestazioni per il quarantennale della CIA: agricoltura, alimentazione, ambiente, ...

Leggi tutto

40° CIA – Agricoltura protagonista nella crescita del Paese

In occasione della cerimonia inaugurale delle manifestazioni in programma per il quarantennale della CIA, Confederazione Italiana Agricoltori, una breve intervista con il Presidente Dino Scanavino per fare il punto sul futuro dell’Associazione impegnata a “modernizzare” il ruolo insostituibile di rappresentanza della categoria.

Leggi tutto

Corsi AIS, per conoscere ed amare l'”Universo Vino”

Inaugurato dalla presidente Angelica Mosetti l’anno sociale 2017/2018 dell’associazione regionale del Lazio

E’ stato il Pinot Nero il grande protagonista alla giornata inaugurale dell’anno sociale 2017/2018 dell’AIS Lazio, l’associazione italiana sommelier, che è stata anche occasione per la consegna degli attestati di fine corso a decine di soci. Un vitigno, il Pinot Nero, dalle straordinarie caratteristiche: conosciuto e coltivato da più di duemila anni in Francia, viene utilizzato – vinificato in bianco – soprattutto come base per i migliori champagne e gli spumanti metodo classico...

Leggi tutto

Una nuova strategia per l’ortofrutta italiana

Schiavelli (UNAPROA): “E’ un bene pubblico e renderla efficacemente operativa è un dovere sociale”

L’evento di UNAPROA “Strategia nazionale ortofrutta 2018-2022: la vera sfida inizia ora”, che si è tenuto presso l’Accademia dei Georgofili a Firenze, ha evidenziato come un’efficace attuazione della nuova Strategia nazionale sia di fondamentale importanza per gli operatori del settore e per l’economia del Paese. Lo ha ribadito nel suo intervento il presidente dell’associazione, Antonio Schiavelli, sottolineando come la mancata organizzazione in OP costi ogni anno all’intero settore più di 250 milioni di euro, “lasciati” in Europa.

“Ecco perché rendere operativa la Strategia nazionale sull’ortofrutta è per noi un lavoro di assoluta priorità, che deve coinvolgere ...

Leggi tutto

Coldiretti: “Siccità e roghi creano danni incalcolabili all’Italia”

Ad oggi i roghi hanno ucciso molti animali e distrutto migliaia di ettari di boschi e campi coltivati

L’Italia brucia con le precipitazioni in calo del 53% e le temperature massime superiori di 3,2 gradi rispetto alla media di riferimento, a giugno, che creano un mix esplosivo per la diffusione degli incendi, troppo spesso opera di piromani e azioni criminali. Questo quanto afferma in un comunicato la Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr, nel ricordare che già questa primavera era risultata la terza più asciutta dal 1800, con precipitazioni in calo del 48%.

“Le fiamme – sottolinea la Coldiretti – hanno già distrutto migliaia di ettari di boschi e campi coltivati, ma anche provocato la morte di animali e costretto all’abbandono stalle e abitazioni, dalla Sicilia alla Calabria, dalla To...

Leggi tutto

Siccità: piano da 20 miliardi in 20 anni per conservare l’acqua

Già pronti 218 progetti cantierabili, individuati e progettati dai Consorzi di bonifica in ciascuna regione, con un investimento di oltre 3 miliardi di euro

Un programma di investimenti da 20 miliardi in 20 anni per oltre 2000 nuovi piccoli e medi invasi per “contenere l’acqua quando c’è e distribuirla ai diversi usi in caso di necessità, in particolare all’agricoltura e in caso di nubifragi per contenere alluvioni”...

Leggi tutto

Ocse, pochi i progressi nella crescita sostenibile

L’Ocse, i cui membri sono i 34 Paesi più ricchi del pianeta, denuncia la lentezza delle politiche nazionali sul fronte ambientale

In uno studio dal titolo “Green Growth”  sono stati raccolti una vasta gamma di indicatori che vanno dai rapporti tra produttività ed emissioni di anidride carbonica al consumo di suolo, allo scopo di analizzare il percorso compiuto da 46 Paesi negli anni tra il 1990 e il 2015. Uno degli obiettivi è quello di misurare l’evoluzione del rapporto tra consumo di materie prime ed emissioni e la produzione economica

Il dato di sintesi è questo: i maggiori progressi dal 2000 a oggi sono stati compiuti da Danimarca, Estonia, Regno Unito, Italia e Slovacchia.

Simon Upton, Environment Director dell’Ocse, si è dichiarato preoccupato...

Leggi tutto
Idc1998.com
This domain has recently been listed in the marketplace. Please click here to inquire.